Template Joomla scaricato da Joomlashow

L'Agher ospitale

Abbiamo scritto qualche mese fa sui "CAMPANILI" che a S. Bartolomeo la gente si occupava di pastorizia soprattutto negli alpeggi di: PRATI D’AGRA, VERMUGGIANO, CACCIAVINO, PIZZUCA. I PRATI D’AGRA oggi rivivono grazie alla scelta di due giovani che con la loro piccola famiglia passano le giornate rifacendo lavori, muretti. estirpando dal terreno e dal prato le piante invadenti, coltivando, come una volta i campi mungendo le capre, lavorando il latte: una vera vita da alpigiani e da agricoltori. Per ora lavorano solo per soddisfare le esigenze familiari, ma le 35 capre di razza che oggi possiedono, possono aumentare. Parliamo di MATTEO e GAIA CHINDEMI, con le loro piccole bimbe CHIARA ESPERANZA e ALBAROSA , che da un anno esatto sono diventati padroni della proprietà DE STEFANI e intendono portare avanti un loro progetto. Si era scritto che ai Prati d’Agra, già si era sperimentata l’attività di una vera e propria azienda agricola, quando l’intraprendente GAETANO DE STEFANI aveva costruito la grande stalla con bovini, caprini e pecore.I mezzi allora erano ridotti; le invenzioni tecniche non molto sviluppate; i mezzi di lavoro ancora un po’ rudimentali rispetto ad oggi.
Matteo e Gaia hanno ospitato il gruppo che percorreva il SENTIERO CUCCIOLO offrendo quanto di meglio avevano in particolar modo il loro formaggio caprino e poi la cordiale accoglienza. Li vediamo nelle due foto con i loro bambini. Questo incontro avveniva venerdi 18 luglio quando cioè il gruppo partito da Ponte Falmenta il giorno prima ,dopo aver percorso il sentiero che sale a Gurrone, Le Biuse e superato il monte Limidario,pernottava al Rifugio LEGN, in Svizzera. Il giorno dopo dal Rifugio si raggiungeva il CORTACCIO e si arrivava ai PRATI D’AGRA per il pranzo, scendendo al dopopranzo a S.Bartolomeo e arrivando a Cannobio in serata.

 
Copyright © 2019 Chindemi Azienda Agricola di Montagna. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.